Via delle Moline
10/05/2020


Progetto

Via delle Moline, si configura come un asse urbano composto da un lungo tratto rettilineo a vocazione pedonale prevalente - che va da Via delle Belle Arti a Via Capo di Lucca - ed un breve tratto a fruizione mista di collegamento tra Via Capo di Lucca e l’incrocio Righi-Oberdan-Alessandrini.

Esso è l’asse di accesso verso la zona universitaria del centro storico e questa sua peculiarità la rende una traiettoria molto frequentata, soprattutto da studenti. Riconoscerne la valenza urbana significa quindi prenderne a cuore il suo futuro, inteso come potenziale fattore di rigenerazione dell’intero comparto, in quanto “porta” ad una porzione di città fortemente connotata.

La qualità urbana dello spazio pubblico risulta essere di un livello complessivo non soddisfacente a causa di alcune criticità che in forma differente investono i due distinti tratti in cui è possibile suddividere Via delle Moline. Questo tratto di via, pur configurarsi come uno spazio pubblico a vocazione pedonale, evidenzia conflitti tra utenti in virtù del poco spazio a disposizione e dell’elevato numero di fruitori che si muovono a piedi, in bici o in macchina per i motivi legati alla residenza o al carico/scarico merci.

L’obiettivo è creare uno spazio pubblico confortevole per le persone individuando ciò che favorisce la vivibilità e l’attrattività. Uno spazio pubblico che non solo mantenga e permetta lo svolgersi delle attività necessarie in totale sicurezza, ma che incentivi quelle volontarie e sociali, che inviti alla sosta e alle relazioni tra le persone. Riappropriarsi quindi dello spazio pubblico uscendo da quella condizione di cattività secondo la quale si può sostare solo se si diventa consumatori di merci e servizi dedicati.

Archivio Progetti
Carica altri
Torna su